Talvolta le carie producono lesioni così profonde da coinvolgere la polpa dentaria (endodonto). In questi casi è necessario  “devitalizzare” il dente, cioè rimuovere il nervo ammalato, disinfettare il canale e sigillarlo con materiali termoplastci.
 In alcuni casi questa tecnica è necessaria per  precedenti cure incomplete o per la presenza di granulomi. 

Nella maggior parte dei casi l’endodonzia è in grado di guarire queste lesioni.

CONSIGLI

se hai denti devitalizzati è bene sottoporsi a controlli radiografici ogni 3-4 anni.